tpi-logo-trasparente

Il Rinascimento Saudita e il Medioevo europeo (di G. Gambino)

La vittoria di Riad per l’Expo 2030 è un tassello importante per la costruzione della visione saudita da qui ai prossimi anni: il “Rinascimento saudita”, cosiddetto anche da “illustri” cittadini di Firenze, che alle bellezze lasciate in dote da Brunelleschi e altri preferiscono i petroldollari di Bin Salman. Il Paese del Golfo, guidato dal giovane […]

Giuseppe Guzzetti a TPI: “Vi racconto la finanza buona”

Se Intesa Sanpaolo si è imposta come una delle più importanti banche in Europa, è anche perché i suoi azionisti di maggioranza, ovvero le fondazioni bancarie, hanno fin qui saputo individuare un management di qualità e non si sono mai intromessi nella gestione. Lo dice in questo colloquio con TPI – prima parte di un’ampia […]

Transizione tradita: ecco i progetti green dell’Italia a rischio

In base alla normativa europea sul Clima, centrare l’obiettivo di ridurre entro il 2030 le emissioni di gas serra di almeno il 55% rispetto al 1990 è un obbligo giuridico. Gli Stati membri dell’Ue stanno lavorando a una nuova legislazione per raggiungere questo traguardo e rendere l’Unione climaticamente neutra entro il 2050, ma l’Italia è […]

Il clima è impazzito e ormai siamo a un passo dal baratro. Ma invertire la rotta si può

La crisi climatica è già anche una crisi sanitaria: e le cose potrebbero presto peggiorare se non verranno adottati provvedimenti urgenti per invertire la rotta a causa del riscaldamento globale. A lanciare l’allarme è il rapporto annuale della rivista scientifica Lancet, denominato “The Lancet Countdown on Health and Climate Change”. Secondo il report, dedicato per […]

L’allarme dell’Onu: non stiamo facendo abbastanza per salvare il Pianeta

Bocciati. Gli sforzi fatti finora dagli Stati per contrastare i cambiamenti climatici, riducendo le emissioni dannose, sono troppo timidi. A certificarlo in un recente rapporto è l’Onu. I piani nazionali di azione sul clima rimangono insufficienti per limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5 gradi centigradi e raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. La Convenzione […]

Ecco quanto ci costa la crisi climatica (e come risparmiare)

La tempesta Ciaran ha messo in ginocchio l’Europa a inizio novembre, comprese molte regioni italiane. Le violente piogge e raffiche di vento che ci sono state dimostrano ancora una volta come la crisi climatica stia accelerando il passo con eventi meteorologici estremi sempre più intensi che causano prima di tutto vittime, oltre ai danni ingenti all’ambiente […]

Materie prime critiche: da chi dipende (e cosa sta facendo) l’Ue per la transizione green

La prima volta è stata in Portogallo. All’inizio di novembre, il governo del premier Antonio Costa è stato travolto dall’accusa di corruzione e traffico di influenze per un motivo inedito: un giacimento di litio. Lo scandalo ha riguardato due progetti legati alla transizione ecologica e digitale, quello per un impianto di produzione dell’idrogeno verde a […]

È la Cop dell’ipocrisia. Ma è l’ultima chance che ci è rimasta

È arrivato quel momento dell’anno in cui sentiamo parlare di Cop. Non è il supermercato, ma l’acronimo di Conference of Parties (Conferenza delle Parti) dell’Unfccc, la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sul clima. In modo meno altisonante, il più grande evento globale e anche il più ampio circo mediatico sulla questione climatica, a cui partecipano […]

Sminuire e attaccare la magistratura è l’atavico hobby della destra (di G. Gambino)

Se la salute di un Paese si misurasse dalle dichiarazioni di premier e ministri saremmo un Paese finito. Fortunatamente nessuno ascolta e legge più cosa dicono premier e ministri quindi siamo salvi (almeno in parte). Dopo le perle di ministri minori, non paghi delle gaffe mondiali collezionate, questa settimana ci siamo dovuti accontentare delle parole […]

Guerra Israele a Gaza: che fine farà il tesoro di Hamas

Appena nominato primo ministro palestinese dopo le elezioni del 2006, il leader di Hamas Ismail Haniyeh si disse pronto a resistere a Israele mangiando, se necessario, «sale e zaatar», olio d’oliva ed erbe essiccate. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti: prima la guerra civile con Fatah, poi il golpe a Gaza, […]